Progetto START, decretati i 5 vincitori del primo bando

Decretati i 5 vincitori del primo bando del progetto START per la creazione di un ecosistema urbano per l’innovazione e l’impreditorialità. Un progetto dell’Amministrazione comunale di Macerata promosso in collaborazione con una rete di soggetti istituzionali, imprenditoriali e le quattro Università marchigiane, che pone un’attenzione particolare alle esigenze dei giovani con l’obiettivo di creare un nuovo modello di crescita in grado di creare maggiori opportunità di sviluppo e di redditi.

Il bando aveva come oggetto la costituzione di imprese che dovranno operare con un approccio innovativo in settori economici coerenti con le eccellenze produttive del territorio o con la domanda di beni e servizi sostenibili della nostra città.

“Idee, giovani opportunità. Era uno degli impegni più difficili assunti da questa Amministrazione con la propria città afferma il sindaco Romano Carancini. Oggi, quella sfida, giunge a conclusione perché 5 nuove esperienze di lavoro innovative costituite da giovani, in diversi settori, potranno avviare il loro percorso imprenditoriale grazie all’investimento che abbiamo voluto fare sulle speranze di questi ragazzi. E non ci accontentiamo perché fra pochi mesi quelle speranze avranno anche una “casa” propria dove costruire il loro futuro possibile.”

“Artigianato etico, marketing territoriale, servizi per le frazioni deboli, innovazione di settori tradizionali come la calzatura, mobilità sostenibile. Le finalità dei progetti selezionati – interviene l’assessore allo Sviluppo economico Mario Iesari rappresentano bene le potenzialità di un nuovo modello di sviluppo del nostro territorio che punta sulle sue eccellenze tradizionali rivalutandole ed innovandole grazie alle competenze e alla progettualità delle nuove generazioni. Tutti i progetti che ci sono pervenuti e che sono stati presentati nel corso della mostra inaugurata il 20 settembre presso Palazzo Pellicani Silvestri sono meritevoli di attenzione e di supporti come lo sono soprattutto i giovani che li hanno presentati. Start si prefigge questo compito e questo risultato auspichiamo sia solo il primo segno concreto di un percorso di innovazione e sviluppo per il territorio maceratese.

Un’apposita commissione ha valutato le 21 proposte presentate e ha individuato le 5 vincitrici, ognuna delle quali riceverà un contributo economico di 10.000 mila euro a fondo perduto e un pacchetto di servizi finalizzati allo sviluppo dell’idea progettuale. Al termine della consultazione, questi i progetti vincenti (vedi anche graduatoria):

èEtico – Sartoria Marchigiana di Marta Baldassarri, Valentina Vitali.

La proposta è finalizzata ad avviare la produzione di capi d’abbigliamento sartoriale, realizzati con tessuti naturali colorati e stampati con quello che la natura ci offre, mantenendo il processo produttivo in un circuito territoriale di economia circolare. Vogliamo stimolare un consumo consapevole, salvaguardando l’uomo, l’ambiente e il saper fare.

Enjoy Marche di Alice Pizzichini

Enjoy Marche fa scoprire la regione Marche attraverso i suoi prodotti tipici più rappresentativi, direttamente nelle strutture ricettive. Il viaggiatore viene accolto con un regalo di benvenuto, il MINI BOX degustazione, e può acquistare in hotel un prezioso souvenir enogastronomico, la BAG gourmet.

A.L.I. – Accessibility, Learning, Inclusion di Francesca Raffi e Chiara Pazzelli

A.L.I. Accessibility, Learning, Inclusion nasce con l’obiettivo di fornire servizi di accessibilità dal profilo altamente tecnologico, mirando al concetto omnicomprensivo di “inclusione”, che si declina in inclusione sensoriale, didattica, linguistica, cognitiva, tecnologica degli individui. L’offerta si compone di strumenti e servizi volti a favorire la partecipazione sociale.

Zolaio di Luca Principi

Zolaio è uno smart box che acquisisce le misure dei piedi degli utenti attraverso la fotocamera di qualunque smartphone. Il dispositivo, inoltre, suggerisce agli utenti la taglia corretta di scarpe da acquistare sullo store online del retailer, migliorando l’esperienza d’acquisto per i consumatori e abbassando il numero e i costi dei resi per il retailer.

Duapp di Tommaso Cherubini e Simone Mengoni

DUAPP è un’App organizzata a livelli. Si cresce di livello compiendo azioni virtuose ed ecocompatibili utili all’ ambiente ed alla comunità maceratese. In base al livello, si avranno dei benefici particolari, legati allo sviluppo del territorio e alla sostenibilità.